citazione

"Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni." (Eleanor Roosevelt)

mercoledì 11 novembre 2015

DOLCE DI SAN MARTINO

L' 11 novembre, giorno di San Martino, è una ricorrenza che mi riporta a ricordi di bambina. Il mio maestro delle elementari, abile narratore, ci aveva raccontato la leggenda di Martino, soldato romano che uscendo a cavallo in una giornata d'autunno fredda e piovosa, aveva tagliato a metà il suo lungo caldo mantello di lana per coprire un povero infreddolito incontrato sulla strada. Poco dopo il sole aveva iniziato a splendere scaldando come in estate. Da allora, in questi giorni di novembre, il tempo è bello e mite.

Beh...non importa che qui in questi giorni ci sia una nebbia da tagliare col coltello...sopra, il sole splende come in piena estate! San Martino è anche il patrono del mio comune e quindi i miei ricordi sono ancor più festosi: c'era la sagra, arrivavano le giostre, mangiavo lo zucchero filato. 

Oggi vi mostro un dolce tipico proprio della festa di San Martino. Originario del territorio di Venezia,ora diffuso anche nelle province limitrofe, si tratta di un semplice biscotto di frolla riccamente glassato e decorato. La particolarità? Ha la forma di San Martino a cavallo.


Non avendo lo stampo, me lo sono disegnato io, in una versione più complessa adatta a formati grandi e una più stilizzata per realizzare dolci piccoli (in cui un eccesso di particolari creerebbe difficoltà nell'intaglio).
Spero di far regalo gradito, lasciando qui i miei disegni da scaricare e riprodurre della dimensione voluta.


 

DOLCE DI SAN MARTINO

dosi per due biscotti da circa 25 cm e 2 piccoli da 5-6 cm
Prima di iniziare, stampare il disegno alla grandezza voluta e ritagliarlo; riportarlo su cartoncino per avere una sagoma più facile da utilizzare.
 

Pasta frolla fine, alla cannella

basta metà dose, si veda nelle note sotto
Ingredienti
   300 g burro
   200 g zucchero a velo
   50 g uova
   500 g farina 00
   un pizzico di sale
   un pizzico di cannella
Procedimento
- Lavorare a crema, con foglia nella planetaria o con un cucchiaio in una ciotola, il burro morbido e lo zucchero
- Aggiungere l' uovo e amalgamare bene, fino a non vedere più la parte liquida separata dalla parte grassa
- Aggiungere sale, cannella e farina e lavorare brevemente
- Compattare e avvolgere nella pellicola
- Far riposare in frigo alcune ore
Note

Per realizzare 2 cavalli grandi (circa 25cm) e 2 piccoli (circa 6cm) basta metà dose di frolla, circa 500g. Per non dover dimezzare l'uovo (50 g sono circa 1 uovo medio), ne ho realizzata un kg e congelato l'avanzo...molto comodo averlo pronto per una prossima realizzazione!


Ghiaccia all'acqua

Ingredienti
   10 g acqua
   65-80 g zucchero a velo *
   (coloranti alimentari)
Procedimento
- Mettere l'acqua in una ciotola 

- Aggiungere un po' alla volta lo zucchero a velo setacciandolo
- Mescolare energeticamente con una frusta o un cucchiaio
- La consistenza finale della massa dovrà essere liscia, densa, abbastanza sostenuta

- Dividere in più ciotoline se si desidera avere più colori, aggiungere pochissimo colorante ed amalgamare finchè sarà omogeneo
- Coprire con pellicola a contatto per non farla seccare
Note

Rispetto alla ghiaccia reale, contenente albume, questa è meno coprente e tendenzialmente meno adatta ad eseguire scritte e decori precisi poichè meno "collosa". Ho scelto di usare comunque la ghiaccia all'acqua per evitare l'albume e perchè non avevo necessità di decorare i miei cavalli con miniature artistiche!
* Regolare la quantità di zucchero aggiunto in base alla densità necessaria al lavoro che si vuol fare: più fluida (meno zucchero) se si desidera usarla per coprire superfici (glassare), più densa per scritte e disegni
 

Cottura e Montaggio

Ingredienti
   pasta frolla: 500 g
   cioccolato fondente: 150-200 g
   ghiaccia all'acqua: 70-80 g
   confettini colorati, codette di zucchero, caramelle
Procedimento
- Stendere la frolla ad uno spessore di 4-5 mm
- Posare sulla teglia rivestita di carta forno
- Posare sopra la sagoma in carta/cartoncino
- Seguendo i contorni della sagoma, ritagliare la pasta con un cutter affilato
- Cuocere a 170-180°C per circa 15 minuti (fino a vedere la frolla leggermente dorata)
- Togliere dalla teglia per far raffreddare completamente
- Spezzettare il cioccolato e farlo fondere (io al microonde a bassa potenza)
- Eseguire decorazioni a piacere con il cioccolato, la glassa reale, confettini colorati, caramelle,... È possibile coprire superfici col cioccolato o con la glassa
, oppure usarli per fare disegni usando un cornetto di carta o la sac a poche con bocchetta sottile. Coprire con caramelle, cioccolatini prima che cioccolato o glassa siano asciutti.
- Conservare posato su un piatto e ben chiuso in un sacchetto per alimenti
 

...e anche se apparentemente non sembra ci sia...dopo la pioggia o sopra la nebbia, il sole c'è!
Eleonora

4 commenti:

  1. Che bello questo dolce, così colorato e festoso! Qui da giorni splende il sole e le temperature sono primaverili, una vera estate di San Martino in piena regola.
    Un abbraccio e buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un dolce molto allegro vero? infatti attira molto i bambini, e credo sia divertente prepararlo anche assieme a loro...io l'ho fatto quest'anno per la prima volta, e mi sono divertita come una bambina (anche mangiando molti confettini) :-)
      un abbraccio a te Giulia!

      Elimina
  2. E' bellissimo!!!
    Grazie per aver fornito i disegni... a noi potrebbero essere molto utili la prossima volta che faremo questo ;o)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi sono dilettata col disegno la sera prima...non potevo non condividere il risultato! ;-)
      ora andrò a leggere il tuo racconto! sono curiosa. ciao Franci!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Printfriendly