citazione

"Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni." (Eleanor Roosevelt)

sabato 9 dicembre 2017

TORTINE BRIOCHE AL MIELE IN GUSCIO DI FROLLA


Solitamente i lievitati dolci sono relegati al momento della colazione e merenda oppure, sottoforma di grandi lievitati, come dolci da ricorrenza legati alla tradizione italiana. Perché non provare a trasformare questi prodotti in pasticcini monoporzione adatti ad ogni occasione?
Ecco come è nata l’idea di queste tortine brioche al miele, racchiuse in un sottile guscio di frolla. Possono essere lasciate così, semplici, come golosa merenda mattutina da accompagnare ad una tazza di latte o caffè. Oppure, leggermente inumidite, riccamente farcite di panna e frutta fresca, si trasformano in deliziosi dolcetti da fine pasto e possono trovare posto in un vassoio di pasticcini per una qualsiasi occasione di festa.
La pasta brioche, a lievitazione naturale, è morbida ma abbastanza consistente da poter reggere sia un inzuppo nel latte la mattina, sia accogliere una bagna e una farcitura ricca senza cedimenti. La pasta brioche e la friabilissima frolla sono entrambe a base di miele, per una dolcezza delicata e un accentuato profumo.



TORTINE BRIOCHE AL MIELE IN GUSCIO DI FROLLA 

Dosi per 24 tortine diametro 4/5 cm

I miei tempi/ organizzazione lavoro
Giorno 1: Preparare la frolla e conservare in frigo; rinfrescare due volte il lievito
Giorno 1, sera: Preparare l’impasto brioche, far riposare in frigo
Giorno 2: Formare le tortine (frolla + brioche) negli stampini da muffin e far lievitare
Giorno 2: Cottura, raffreddamento, farcitura
* è possibile saltare il passaggio in frigo e passare direttamente a formatura e lievitazione; occorre allora programmare un rinfresco la sera prima, uno la mattina, e la lavorazione dell’impasto entro il primo pomeriggio.

Impasto brioche al miele

Ingredienti
      140 g lievito madre rinfrescato 2 volte
      200 g uova
      60 g zucchero
      50 g miele delicato (acacia, tiglio, acero,...io Miele al Tiglio Rigoni Asiago)
      330 g farina media forza
      6 g sale
      80 g burro morbido
      1 bacello di vaniglia
      Per la farcitura: bagna (anche un semplice sciroppo al 50% acqua e zucchero), 250 ml panna fresca, frutta fresca a piacere
Procedimento
-Spezzettare il lievito madre nella ciotola dell’impastatrice
-Aggiungere 100 g di uova e lavorare con la foglia per sciogliere un po’ il lievito
-Inserire il resto delle uova, lo zucchero, la farina, il sale
-Quando l’impasto inizia a prendere consistenza, versare a filo il miele continuando a lavorare
-Aprire il bacello di vaniglia ed estrarne i semi con la punta di un coltello
-Inserire i semi di vaniglia nell’impasto e metà del burro
-Lavorare fino ad assorbimento del burro
-Inserire la seconda parte del burro e lavorare finchè la massa appare incordata (legata, liscia, forma il velo) (foto 1 e 2)
-Fermare la lavorazione, arrotondare sul piano di lavoro, mettere in una ciotola coperta da pellicola
-Far riposare a temperatura ambiente un’ora e poi riporre in frigo* per 12/24 ore (facoltativo ma consigliato)
-Tirare fuori dal frigo e tenere a temperatura ambiente un’ora
-Spezzare in 24 porzioni da circa 30/35 g
-Formare a pallina roteando l’impasto contro il piano di lavoro sotto il palmo di una mano
-Adagiare all’interno del guscio di frolla (** ricetta a seguire) (foto 3)
-Coprire con pellicola per alimenti e far lievitare al raddoppio (5/6 ore)
-Cuocere a 180°C per 20 minuti, finchè la brioche appare gonfia e ben dorata
- Far raffreddare
A questo punto si possono conservare le tortine come merenda da colazione, ben chiuse in un contenitore.
Oppure si possono creare dei pasticcini: tagliare la calotta superiore di ogni tortina, inuzuppare leggermente di una bagna a piacere (alcolica o non), farcire con abbondante panna montata, decorare con frutta fresca (perfetti i piccoli frutti: fragole, lampini, mirtilli, ciliegie,...).

** Pasta frolla al miele

Ingredienti
      230 g burro
      110 g zucchero
      60 g miele delicato (acacia, tiglio, acero,...)
      450 g farina per frolla
      50 g uova
      Un pizzico di sale
      250 g confettura fragole o albicocche
Procedimento
-Tenere burro e uova a temperatura ambiente un paio di ore
- Lavorare burro e farina fino a formare un composto sabbiato
-Aggiungere zucchero e sale e lavorare brevemente
-Inserire uova e miele e lavorare brevemente fino ad avere un composto omogeneo
-Far riposare in frigo per almeno 2/3 ore, formando un panetto e avvolgendo in pellicola per alimenti
-Quando è giunto il momento della formatura delle brioche, tirare fuori dal frigo
- Stendere sul piano leggermente infarinato, ad una altezza di 3 mm circa
- Coppare in dischetti con diametro di 2 cm maggiore del fondo dello stampo da muffin
- Foderare ogni cavità facendo aderire bene la frolla
-Stendere sulla base un cucchiaino scarso di confettura (10 g circa)
- I gusci sono pronti per essere riempiti con le palline di brioche...

E con queste golose piccole brioche al miele, partecipo al contest di Rigoni Asiago: "Belli da vedere, sani da mangiare"


Una tazza calda tra le mani ed una brioche al miele per goderci rilassati anche il freddo dell'inverno.
Eleonora

martedì 31 ottobre 2017

TORTA ALLA ZUCCA, ARANCIA, MANDORLE (ricetta vegana)


Stamattina la mia giornata è iniziata davvero bene, con una buona colazione addolcita da una fetta di questo dolce preparato domenica. Avevo davvero voglia di utilizzare la zucca per fare una torta veloce e sana ma soprattutto gustosa!
Con questa ricetta, trovata da mia mamma in una rivista e da me modificata, ho ottenuto il risultato che volevo.

giovedì 21 settembre 2017

CROSTATA MORBIDA CON RICOTTA E FRUTTI DI BOSCO

I giorni scorsi pensavo a quanto mi stessero mancando i bei giorni freschi e soleggiati di settembre...non ero ancora pronta al grigio e alla pioggia e al freddo. Come difendermi?
Mi sono gustata i momenti quieti a casa, ascoltando il rumore della pioggia, distraendomi facendo un buon dolce. Uno di quelli che coccolano e riscaldano. Nato da ingredienti buoni. Ricotta di malga e frutti di bosco arrivati dalla montagna. Un dolce dalla consistenza morbida, con un ripieno gustoso e profumato, da accompagnare con una tazza fumante di the o caffè.

martedì 12 settembre 2017

SUPER EASY ENERGETIC BAR ... for a good back to school (or back to office!)

In questo ultimo anno la mia vita si è davvero molto arricchita, di esperienze nuove, di luoghi e sapori, di persone contagiose. A volte mi sono sentita un po' destabilizzata da troppe "informazioni" ... ma nel complesso trovo che tutto ciò stia semplicemente accelerando la mia naturale curiosità e facendomi scoprire anche nuovi aspetti di me.

giovedì 31 agosto 2017

INTUITION (Pierre Hermé). Crema al limone, fragole,...pomodori!!!

Rientro dalle vacanze. Quest'anno non sono solo state un momento di rilassamento, di stacco dalla routine. Sono tornata a casa con un nuovo senso di me, con qualche riflessione nuova nella testa... o forse nel cuore!
Certe cose si sentono dentro e non è testa, non è cuore. È la nostra essenza.
Ed ho capito che la mia si nutre, si espande...con cose belle. Ha bisogno di luci, di suoni, di colori, di gusti. Di materia da toccare. Di idee e novità. Di racconti altrui. Di ispirazioni. Di ricerca.
Amo la creatività altrui, è sempre una spinta per la mia.

mercoledì 26 luglio 2017

CAKE AL GRANO SARACENO


Amo il mare. Indubbiamente. La brezza della sera. Il rumore delle onde. Stare a galla lasciandomi cullare guardando il sole. Mille e uno piacevoli motivi me lo fanno amare.
Ma...ma qualche giorno in alta montagna d'estate mi regala sempre una energia nuova!

sabato 22 luglio 2017

WACKY CAKE AL COCCO


Le giornate estive lasciano poca voglia e anche poco tempo per stare in casa e soprattutto in cucina a cucinare... eppure ogni tanto la voglia di un buon dolce si fa pressante e quindi comunque mi ritrovo a mescolare, montare, usare il forno!
Ed il dolce di oggi è una soluzione perfetta per fare tutto ciò in maniera veloce, senza passare ore in cucina, ottenendo una torta golosissima, dal sapore di cioccolato molto deciso, da gustare semplice a colazione o farcita.

lunedì 24 aprile 2017

BLUEBERRY CRUMBLE CAKE (la mia soffice torta ai mirtilli con crumble)

Continuano le mie ricette ispirate ai dolci anglosassoni... Visto che sono qui, mi piace scoprire e farmi contagiare dallo stile inglese nei dolci, naturalmente selezionando a mio gusto e adattando un po' le ricette alle mie conoscenze ed al mio modo di lavorare gli ingredienti.

giovedì 13 aprile 2017

Fluffy hot cross buns!


Pasqua è alle porte e quest'anno, lontana da casa, senza la mia attrezzatura e con poco tempo a disposizione, ho qualche limite nell'esecuzione dei grandi lievitati che caratterizzano questo periodo di festa. Mi sono cimentata in una focaccia veneta impastata a mano ed ammetto che si tratta di un lavoro impegnativo...
Ed allora ecco venirmi in soccorso la tradizione inglese con piccoli deliziosi lievitati pasquali: gli hot cross buns.

giovedì 30 marzo 2017

BISCUITS SABLEE (Denis Dianin's recipe)

Good morning everyone! I come back here after a long period of time...I was so busy, with a lot of things to manage in a little time... but I'm here again!
I'm abroad for a short period and during my first Sunday afternoon here I made these delicious biscuits as gift for my nice hosts, Helen and Tony.

giovedì 16 febbraio 2017

BISCOTTI CON PASTA FROLLA SPEZIATA AL FARRO

Quando ero bambina, ricordo che amavo sedermi su quel piccolo asse di legno sospeso sotto un ramo di un albero, o legato al terrazzino di casa, e lasciarmi dondolare avanti e indietro...per poi prendere sempre più spinta, sbilanciando il corpo e allungando le gambe, vedere i mie piedi salire, sentire i miei capelli sventolare... avevo anche un po' di paura e non esageravo mai con l'audacia di questo gioco. Addirittura mi chiedevo cosa sarebbe successo se fossi andata troppo su, forse rischiavo di fare il giro "della morte" come fanno certi spericolati acrobati!?!

martedì 31 gennaio 2017

SALAME AL CIOCCOLATO (ricetta senza uova) ...un dolce (?) veloce e goloso

L'anno iniziato già pare correre veloce. Più di me? Forse sì. Certo per le persone attive piene di idee, e voglia di fare, e vedere, e provare, e imparare, e ... gli "e" diventano un lungo elenco e il tempo a disposizione sembra contrarsi costringendo ad un verto punto a tagliare quella lista sempre più lunga. Imparerò a fare elenchi meno lunghi? Forse no!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Printfriendly